domenica 1 maggio 2016

Le Ricette di Diana e L'Enoteca di Susanna #5


Domenica pomeriggio, uggiosa, di quelle che ci vogliono ogni tanto, stare senza far niente, annoiarsi, rallentare i soliti ritmi, la pigrizia addormenta la creatività...ma all'improvviso ci svegliamo dal torpore...è quasi ora di cena, che si fa, dopo aver poltrito sul sofà???
Ed ecco che la Cuoca Diana torna con un consiglio culinario, facile da preparare, veloce per chi ha poco tempo e gustoso al palato, come sempre accompagnato da un vino scelto  da Susanna l'Enologa Imperfetta.

Pasticcio di carne e melanzane
Ingredienti per 4 persone:
600 grammi di polpa di manzo tritata
4 melanzane ,1 carota, 1 costa di sedano,1 spicchio di aglio, 1 ciuffo di basilico
300 grammi di pomodori pelati
20 grammi di farina
2 uova
40 grammi di burro
3 grammi di besciamella
300 grammi di mozzarella
olio per friggere qb
1/2 cipolla
mezzo bicchiere di vino
latte qb
sale e pepe
Esecuzione
Tagliatele a fette le melanzane, lavatele e cospargetele di sale, lasciandole riposare per almeno 30 minuti.
Tritate il sedano, la carota, la cipolla e l'aglio, rosolateli in un tegame con il burro, unite la carne e sfumate con il vino, aggiungete i pomodori, salate e pepate.
Cuocete a fuoco basso per un'ora 1 ora diluendo di tanto in tanto con il latte.
Dopo aver ripulito le melanzane dal sale, passatele nelle uova sbattute e poi nella farina, friggetele nell'olio bollente , sgocciolatele su carta da cucina e tenetele da parte.
Tagliate a fette la mozzarella e foderate una pirofila con metà delle melanzane , adagiatevi qualche fetta di mozzatella e qualche fogliolina di basilico.
Versate la carne con il sugo, coprite con altra mozzarella , basilico e le melanzane rimaste e  irrorate il tutto con la besciamella
Cuocete in forno già caldo a 220 °C per 20 minuti, finché la superficie risulterà gratinata ,servite caldo accompagnando con un buon calice di...

Garda Doc * Sauvignon
Ben trovate lettrici e lettori. Siamo arrivati al momento della recensione per un vino che nasce nella splendida e ampia area collinare del Lago di Garda, dalle province di Mantova e Brescia. 
Il vino in questione è il " GARDA  DOC * SAUVIGNON ".
Alla cuoca Diana l'atmosfera del lago, soprattutto il lago di Garda piaceva molto, in suo onore ho scelto questo vino. 
COLORE: giallo paglierino.
PROFUMO: delicato, leggermente aromatico.
SAPORE: aromatico, talvolta abboccato.
GRADAZIONE ALCOLICA: minimo 10,5°
TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10-12°C.
INVECCHIAMENTO: non oltre 2 anni.
CALICE: tulipano stelo lungo. Un accorgimento, il calice deve avere la stessa temperatura del vino. 
COSTO: il costo di un buon vino non dovrebbe essere importante, ma un buon vino ha sempre un "buon costo", questo vino si aggira dagli 8 ai 15 euro, a seconda del produttore.
ABBINAMENTI: primi piatti delicati, anche a base di pesce, risotti alle erbette, uova  e verdure ma, soprattutto con il pasticcio di carne e melanzane della nostra cuoca Diana.
A questo punto vi saluto alzando i calici, da una parte un buon vino e al centro un buon piatto saporito e questi due elementi li accompagniamo come sempre da una buona lettura!

Arrivederci alla prossima ricetta e salute a tutti!
*Diana e Susanna*


13 commenti:

  1. Grazie a te Cuore ancora insieme. LE RICETTE DI DIANA E L'ENOTECA DI SUSANNA " grazie

    RispondiElimina
  2. Oggi è stata una giornata malinconica, questo è il mio modo per ricordarla con il sorriso e un cucchiaio di legno in mano. Ciao Tata <3

    RispondiElimina
  3. Uaooo Cuore ma che bella ricetta! Leggendola mi viene da pensare a una parmigiana di melanzane rivisitata, qui da noi si friggono ugualmente le melanzane, si assembla nella pirofila come hai spiegato tu, l' unica differenza sta nella salsa, noi non mettiamo la carne. Comunque è da provare, appena saranno pronte nel mio orto non esiterò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madò adoro pure quella parmigiana lì! Ho un paio di parenti pugliesi che la cucinano divinamente gnam :-)

      Elimina
  4. Uaooo Cuore ma che bella ricetta! Leggendola mi viene da pensare a una parmigiana di melanzane rivisitata, qui da noi si friggono ugualmente le melanzane, si assembla nella pirofila come hai spiegato tu, l' unica differenza sta nella salsa, noi non mettiamo la carne. Comunque è da provare, appena saranno pronte nel mio orto non esiterò!

    RispondiElimina
  5. Mi è venuta fame solo solo leggendo la ricetta xD
    Davvero gustosa.. mi piacerebbe provarla ;) A presto Cuore :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' facile e buonissima, io lecco anche il piatto ;-)

      Elimina
  6. Ciao Cuore, mi hai fatto venire l'acquolina in bocca con questa ricette che proverò a realizzare:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi considero virtualmente invitata a cena ;-)

      Elimina
  7. Ciao Cuore!! Sembra buonissimo, e in più ho anche imparato qualcosa sui vini, un argomento che mi interessa ma in cui non sono molto preparata... Anzi!
    Mi piacerebbe preparare questo piatto un giorno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pepina, non sono nemmeno io tanto ferrata sui vini, quella è mia mamma, la Susanna, però un calice potremmo berlo insieme, io in quello sono ferratissima ;-)

      Elimina
  8. Ciao cuore davvero mi hai fatto venire una fame incredibile, mi piace cucinare ma il tempo e' cosi' tiranno durante la settimana! Questa ricetta pero' la provo ;) spero che passerai da me, il mio blog e' piccolino ma condividiamo l'amore per i libri .. E per la cucina a quanto ho visto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely è un piacere averti qui, certo che passo, libri e cucina, due passioni bellissime da condividere...il tempo, quel farabutto ci scorre sotto il naso, ma l'importante è goderselo a pieno.

      Elimina