venerdì 13 novembre 2015

Vecchio Amico #1 “Libri senza tempo”

                                  IMG_0665

“I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. “  -Amos Oz-

Buongiorno lettori, ennesima levataccia, ma…è venerdì! Io spero in un weekend all’insegna del relax, voglio riposare e leggere, dedicarmi un pò al blog e non pensare a nulla…ce la farò? Ieri sera, mentre sorseggiavo stanca il mio caffè e leggevo qualche pagina, mi è sorta spontanea una domanda: “Perché non mi pagano per fare questo?” (Faccia perplessa di mio marito). “Per cosaaa? Ma per leggere!!!”. Ho così tanti libri in attesa che addirittura mi dimentico di averli, pubblicati una vita fa, ma la cosa più buffa è che da brava accumulatrice compulsiva non posso fare a meno di acquistarne di nuovi e spesso quando devo scegliere una lettura, cado sempre su libri usciti di recente. E’ vero i libri non scadono, ma sono sempre indecisa di fronte ad un libro “vecchio”, vorrei leggerli tutti in un colpo e rimettermi in pari, non riesco mai decidermi e il tempo tiranno di certo non aiuta.

Ecco perché vi ho radunati qui, vorrei il vostro aiuto nella scelta, vorrei riuscire a leggere un libro “datato” ogni tanto, senza farla diventare una forzatura, ma impegnarmi e smaltire i tanti, (ma proprio tanti) volumi che attendono pazienti e quando avrò l’ispirazione come stasera, vi proporrò tre titoli e vi chiamerò in causa per……..votare!

E udite udite, il primo commento alla recensione, vincerà un libro digitale, che potremo scegliere insieme. Per vincere non basterà essere il primo a commentare la recensione del libro votato, ma bisognerà anche esprimere il proprio voto, qui, o sulla pagina facebook del blog. Siete pronti? Ecco i tre titoli, votateeeeee!!!

BenjaminTitolo: Benjamin / Autore: Axat Federico / Editore: Sperling & Kupfer / Anno: 2012

Sinossi: Benjamin ha nove anni, una famiglia complicata e tanta voglia di scappare. Quando la madre lo costringe per l'ennesima volta ad andare a casa del vicino, del quale Ben ha una paura tremenda, il bambino decide di ribellarsi. Nascondendosi. Ora sarà sua madre a vivere nel terrore. Mentre lui si rifugia nella soffitta di casa, luogo proibito e abbandonato da anni, i suoi iniziano una disperata ricerca nei boschi di Carnival Falls. Quando i giorni passano e di Ben non si trova traccia, la polizia lo dichiara ufficialmente scomparso. E la famiglia si arrende presto all'inevitabile conclusione: il piccolo è morto. Invece lui è lì, incombe sulle loro teste, li spia attraverso le fessure del pavimento di legno, li vede passare dalla disperazione alla rassegnazione, ascolta i loro discorsi. Così scopre molti segreti, e sono segreti terribili, che riguardano il presente ma soprattutto il passato. Irresistibile, si insinua nella sua testa il desiderio di vendicarsi, e la casa si riempie di tracce misteriose che generano il panico e accendono i sospetti. Chi perseguita la famiglia Green? Chi lascia minacciosi biglietti per casa? Le risposte saranno sconvolgenti.

NZOTitolo: La bastarda di Istanbul / Autore: Shafak Elif / Editore: Rizzoli / Anno: 2009

Sinossi: Istanbul non è una città, è una grande nave. Una nave dalla rotta incerta su cui da secoli si alternano passeggeri di ogni provenienza, colore, religione. Lo scopre Armanoush, giovane americana in cerca nelle proprie radici armene in Turchia. E lo sa bene chi a Istanbul ci vive, come Asya, diciannove anni, una grande e colorata famiglia di donne alle spalle, e un vuoto al posto del padre. Quando Asya e Armanoush si conoscono, il loro è l'incontro di due mondi che la storia ha visto scontrarsi con esiti terribili: la ragazza turca e la ragazza armena diventano amiche, scoprono insieme il segreto che lega il passato delle loro famiglie e fanno i conti con la storia comune dei loro popoli. Elif Shafak, nuova protagonista della letteratura turca, affronta un tema ancora scottante: quel buco nero nella coscienza del suo paese che è la questione armena. Simbolo di una Turchia che ha il coraggio di guardarsi dentro e di raccontare le proprie contraddizioni.

7572_Lelucinellecasedeglialtri_1286140164Titolo: Le luci nelle case degli altri / Autore: Chiara Gamberale / Editore: Mondadori / Anno: 2010

Sinossi: Mandorla è la bambina felice di una ragazza madre piena di fantasia. Maria, la mamma, lavora come amministratrice d'immobili e ha lo speciale dono di trasformare ogni riunione condominiale in toccanti sedute di terapia di gruppo... Quando un tristissimo giorno Maria muore cadendo dal motorino, i condomini di via Grotta Perfetta 315, quelli che più le volevano bene, scoprono da una lettera che proprio nel loro stabile la piccola Mandorla è stata concepita... ma su chi sia il padre, la lettera tace. Proprio perché con tutti Maria sapeva instaurare un legame intenso, nessun uomo tra i condomini si sente sollevato agli occhi degli altri dal sospetto di essere il padre di Mandorla. È così che verrà presa la decisione di non fare il test del DNA su Mandorla, e stabiliscono di crescere la bambina tutti assieme. È questo il fatale presupposto di una commedia umana che, con l'alibi del paradosso, in realtà ci chiama in causa tutti. E mentre, di piano in piano, Mandorla cresce, s'innamora, cerca suo padre e se stessa, ci si avventura con lei verso rivelazioni luminose e rivelazioni scomode, si assiste a nuove unioni e a separazioni necessarie. L'autrice costruisce attorno al cuore pulsante della sua protagonista un romanzo corale dove i grandi archetipi si mescolano agli struggimenti contemporanei, la verità e la menzogna cambiano continuamente di segno per dare vita a una voce fresca e profonda, che condurrà, fiduciosa soprattutto dei suoi dubbi, verso un finale sorprendente.

Adesso tocca a voi, avete tempo fino a venerdì 20/11/2015 a mezzanotte! Buon weekend e buone letture a tutti.

firma francy

 

14 commenti:

  1. Io voto per Le luci nelle case degli altri :) Lo possiedo, non l'ho ancora letto, ma la trama mi affascina molto! Buon fine settimana ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata a lasciare il tuo voto, chissà se sarà il libro più votato, la mia recensione ti invoglierà a leggerlo finalmente, buon we a voi <3

      Elimina
  2. Ciao Cuore, hai ragione, molto spesso siamo totalmente prese dalle ultime uscite che tralasciamo i "vecchi" libri (come li hai definiti tu). A me questo succede con i grandi classici, amo questo genere, ma con il blog vedo che non riscontrano tanto interesse, quindi spesso leggo le letture del momento, a mi dispiacere! Magari un giorno mi piacerebbe organizzare dei gruppi di lettura in collaborazione con altri blog, ma, è un' idea, vedremo, come si dice l' unione fa la forza! Ritornando a noi e ai tre titoli sopra elencati, io leggerei la Bastarda di Istambul, sul web ho letto molte recensioni positive e poi l' idea di una storia ambientata in Turchia mi ispira, abbiamo sempre qualcosa da imparare da questi paesi, dalla cultura, ai colori, ai sapori all' attuale situazione sociale che la vede coinvolta. Per quanto riguarda il libro della Gamberale, ce l' ho anche io, in attesa di essere letto! Per il momento giace in libreria aspettando il suo momento, complice le mediocri recensioni lette in giro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara grazie per aver aderito con questo commento e aver stuzzicato la mia curiosità con l'idea del gdl...tienimi in considerazione ;-)

      Elimina
  3. Io ho letto Le luci nelle case degli altri, ho anche la recensione sul blog, a me è piaciuto molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nunzia devo assolutamente leggere la tua recensione e il fatto che ti sia piaciuto è cosa molto positiva!

      Elimina
  4. Mi è stato appena prestato Per dieci minuti della Gamberale, autrice che ancora non conosco, ma che mi incuriosisce quindi voto Le luci nelle case degli altri, così magari facciamo una lettura della stessa autrice in contemporanea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che è un'idea davvero carina :-)

      Elimina
  5. Le LUCI NELLE CASE DEGLI ALTRI l'ho letto anche io (c'è la recensione sul blog) e mi è piaciuto abbastanza; ma se dovessi votare, sceglierei Benjamin perchè è quello che leggerei io ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Angela, leggerò volentieri la tua recensione :-)

      Elimina
  6. Io voto La bastarda di Instanbul! :) Lo corteggio da un po' anch'io, e in futuro spero di leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una vita che voglio leggerlo Gresi! Vediamo se una volta chiuse le votazioni sarà lui a ad averla vinta :-)

      Elimina
  7. Ciao Cuore! Io non posso non votare per "Le luci nelle case degli altri", un romanzo che ho letto nel giro di due giorni e che mi è molto piaciuto, soprattutto per un finale davvero inaspettato. Non sempre è tutto oro quello che luccica; cosa si nasconde dietro le vite di coloro che ci passano accanto? Un libro inaspettato che ha fatto breccia nel mio cuore. Spero che la scelta ricada su di lui, non ti deluderà! In ogni caso, buona lettura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna le votazioni si chiudono venerdì, ma credo proprio che sia il titolo che ispira di più, guardando i pareri dei lettori :-)

      Elimina