giovedì 9 febbraio 2017

Monthly recap #13 *Gennaio 2017*

Buongiorno lettori, un gennaio dalle temperature rigide come non ricordavo da tempo si è concluso già da un pò lasciando la scena ad un febbraio altrettanto gelido, che è sinonimo di tempo libero con gli occhiali sul naso, pail morbidosi, Yogi Tea, dolci fatti in casa e libri sulle ginocchia, ma anche di momenti rubati alla routine da passare al pc a buttar giù pensieri sul mese libresco appena trascorso, ed è per questo che richiamo la vostra attenzione quest'oggi.
Quattro letture portate a termine e una sospesa, il quarto della trilogia del Cimitero dei libri dimenticati di Zafòn, non perchè non sia godibile, ma perchè intorno a pagina 500 il caro Carlos ha fatto di tutto per farsi detestare spintonandomi prepotentemente con una scelta che non  ho condiviso. Con l'amaro in bocca ho riposto il libro nell'attesa di riprendermi dal colpo basso.

Il panorama cinematografico offre un'ampia selezione di titoli, poi ovviamente parecchi non meritano il grande schermo, ma a gennaio è arrivato nella nostra modesta sala di paese, Lion, che punta lo sguardo su una triste realtà, la tratta dei bambini che ogni anno scompaiono, si smarriscono, solo in India 80000), e restano sospesi in attesa che qualcuno decida del loro futuro amaro. Un film commovente, vero e duro, assolutamente da vedere.



Gennaio è stato anche il mese delle rivalutazioni, della voglia di riprendere in mano progetti abbandonati, sogni di gioventù sbiaditi dal tempo. Non è mai troppo tardi per imparare, studiare, mettersi in gioco, ambire a qualcosa di più. Comincio con un corso di inglese, una prima trance di quattro mesi, arricchirsi ogni giorno un pò sarà il mio proposito per il nuovo anno e quelli che seguiranno.

Il Book Club Volante del mese di gennaio ha messo a confronto due volumi meravigliosi, entrambi narrati dal punto di vista di un bambino, La vita davanti a sè di Romain Gary, dove il piccolo Momò è il fulcro della storia incentrata sulla gratitudine e il concedere il proprio essere senza pretese, e Aspettando Bojangles di Olivier Bourdeaut, dove il narratore è solo il portavoce di un legame tra uomo e donna, un amore talmente folle da tralasciare anche quello per il figlio. Due perle firmate Neri Pozza, due libri che hanno concesso ampio respiro alla discussione e alla condivisione, che resta comunque la cosa più soddisfacente per i lettori appassionati.
Il libro scelto per il book club di febbraio è Il nascodiglio di Christophe Boltanski edito da Sellerio, che sono ansiosa di scoprire, voi l'avete letto?
Ma ora passiamo ad analizzare nello specifico i titoli che ho affrontato.
Recap
1-Venivamo tutte per mare - Julie Otsuka / Bollati Boringhieri Recensione
2-Una cosa che volevo dirti da un pò - Alice Munro / Einaudi Recensione
3-La vita davanti a sè - Romani gary / Neri Pozza Recensione
4-Un anno per un giorno - Massimo Bisotti / Mondadori Recensione il 14 febbraio
Lettura da batticuore
La vita davanti a sé - Romain Gary / Neri Pozza


1-Io sono un gatto - N. Soseki / Neri Pozza
2-Le quattro casalinghe di Tokio - N. Kirino / Neri Pozza
3-Nessuno come noi - L. Bianchini / Mondadori
4-La donna dai capelli rossi - O. Pamuk / Einaudi
5- Kamchatka - Marcelo Figueras / L'asino d'oro
6-Il nascondiglio - C. Boltanski / Sellerio
7-La verità, soltanto la verità - H. Humphreys / Playground
8-Katherine - R. Thomson / NNE
Omaggi
La scelta decisiva - C. Link / Corbaccio
Regali
La stanza degli ufficiali - Marc Dugain / Vertigo 


E il vostro primo mese letterario dell'anno com'è stato? Cosa avete letto/comprato di interessante? Augurandovi buona giornata, vi do appuntamento a marzo con il consueto  recap e a prestissimo per parlare di uscite in libreria l'11 febbraio e per una nuova recensione il 14. Stay tuned.




                                        

                       








5 commenti:

  1. Buongiorno Cuore, bellissimo recap! Ti dirò il tuo book club mi fa un po' invidia, vorrei tanto confrontarmi con voi ^^
    Ma parto dal film che non ho ancora visto Lionmi è stato consigliatissimo da un'amica e spero di recuperarlo in qualche modo. Per quanto riguarda i libri, ho Io sono un gatto e Harper Lee che mi aspettano, ma credo che la seconda avrà presto la precedenza.
    Intanto buona giornata, e ci rileggiamo presto (voglio conoscere il tuo giudizio su Canto della pianura) Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Ciao tesoro! Come già sai sono felicissima per i tuoi nuovi progetti...che bello è mettersi in gioco e non perdere mai la voglia di imparare e migliorarsi? Bravissima! Riguardo le letture e gli acquisti, molti di questi libri non li conoscevo, quindi ringrazio il tuo blog che è diventato la mia personale finestra sulle nuove scoperte! Per quanto riguarda le prossime letture mi incuriosisce 'La stanza degli ufficiali'...un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Hai avuto proprio un mese stimolante, direi:)
    Io l'ho passato all'insegna dello studio, lo ammetto, quindi le letture sono state un po' un più strappato a morsi e graffi a giornate sempre troppo corte-.-
    Mi incuriosiscono moltissimo i libri di Gary e Bourdeut (sarà scritto correttamente?xD). Molto interessanti pure gli acquisti! Della lista ho già letto Le quattro casalinghe di Tokyo (la Kirino è uno dei miei grandi amori, anche se quello non è il mio titolo preferito) e ti invidio molto Soseki, vorrei prenderlo anch'io ma sono in sciopero acquisti. Nell'attesa di smaltire un po' di cartacei, magari, esce pure la tua recensione:)

    RispondiElimina
  4. "Io sono un gatto" me l'aveva regalato mio padre una Natale di qualche anno fa, ma devo ancora leggerlo. Idem per "Il buio oltre la siepe" - ce l'ho in lingua originale e l'avevo iniziato, ma forse il periodo e un po' il fatto che quattro anni fa non leggevo ancora fluentemente in inglese, non ero andata oltre le 60 pagine.

    RispondiElimina
  5. Ciao Cuore! Letto tutto d'un fiato il tuo bellissimo Recap con un po' d'ansia nella parte riguardante Zafon, non sono ancora arrivata a pagina 500 ma già inizio ad agitarmi. Bellissime le tue entrate. ma soprattutto la TBR. "Il buio oltre la siepe" rappresenta un po' il mio battesimo da blogger in quanto è stato il primo recensito per cui gli sono particolarmente affezionata per cui sono curiosa di leggerti! Così come sono curiosa del romanzo "La stanza degli ufficiali". Buone letture a te <3

    RispondiElimina