lunedì 9 gennaio 2017

Top 10 Books in my Opinion #2 "Classifica Emozionale 2016"

Bilancio letterario e scaletta emozionale. Rubrica ideata da me.

Buongiorno lettori, oggi si torna alla normalità, inscatolate le feste la routine fa capolino e si impossessa di ciò che le appartiene. 
Tutte le attività riprendono e anche il blog riapre i battenti con il consueto bilancio delle letture. Quello appena passato è stato un anno di forti cambiamenti, ho sentito quindi l'esigenza di prendermi tutto il tempo necessario per riflettere sui libri che mi sono passati tra le mani.
I miei orizzonti si sono ampliati e non solo nelle letture, ma anche nella gestione di questo spazio, che ha smesso di rincorrere scadenze di pubblicazione, obblighi e ansie.
Mi sono resa conto che nel suo primo anno di vita il blog ha seguito un'onda sbagliata, e non rispecchiava più il motivo per cui è nato: è diventato una rincorsa per accontentare gli altri e assecondare "la moda" del momento.
Questo spazio è pura condivisione e accrescimento, è la libertà di godere della lettura senza imposizioni. "La moda" la seguo per le scarpe, non per i libri.
Sono riuscita a fare questo negli ultimi tre mesi, ho letto libri che mai avrei pensato e che mi hanno appagata profondamente. 
Questa sarà la linea che il blog seguirà: i libri che desidero leggere e la mia onesta opinione.
Senza classifiche numerate ma guidata solo dalle emozioni, ecco il mio bilancio letterario 2016

Rivelazione
Nemesi di Philip Roth / Einaudi recensione
Quando le nostre strade si sono incrociate stavo vivendo un periodo un pò insipido dal punto di vista letterario. Philip Roth non è solo una rivelazione, è una svolta, è l'autore che mi tiene ancorata alla realtà urlandomi: "Ehy sveglia!". E' ferocia e profondità. 
Meglio non farsi illusioni. Meglio leggere Roth.
Indimenticabile
Il giardino delle mosche di Andrea Tarabbia / Ponte alle Grazie recensione
Di Andrea Tarabbia non scorderò mai l'abilità di scrittura, non scorderò mai le cinque di mattina sul divano, gli occhi spalancati, il cuore a mille e le mani sudate, non scorderò mai come una storia ha invaso con tanta prepotenza la mia vita di lettrice. 
La storia vera del mostro di Rostov è senza dubbio qualcosa di scioccante, ma la genialità l'ha fatta l'autore concedendogli nuovamente la parola. La storia del mostro, narrata con i suoi stessi occhi.
Illuminante
Le tartarughe tornano sempre di Enzo Gianmaria Napolillo / Feltrinelli recensione
Un libro che riguarda un argomento attuale da molti anni, l'immigrazione e i primi sbarchi, ciò che succede quando cala il sipario e quello che la cattiveria degli esseri umani nasconde. Poi ci sono loro, Giulia e Salvatore, le loro famiglie, i diversi punti di vista e obbiettivi, il loro amore e la voglia di salvezza.
Poi c'è Enzo, dalla penna nel contempo delicata e struggente, così toccante e vera da diventare un balsamo per i cuori più freddi e convincere le menti piu testarde.
Veritiero
Benedizione di Kent Haruf / NNE recensione
Viale dei Giganti di Marc Dugain / ISBN recensione il 18/1
Patrimonio di Philip Roth / Einaudi da recensire
La sobrietà di Haruf, il magnetismo di Dugain e la ferocia di Roth, non c'è niente di più vero di ciò che si trova in questi libri. La famiglia e l'influenza su ogni individuo, la vita che giunge al capolinea, dolore, amore e odio incondizionati, la nuda e cruda voce della realtà, la più bella a mio parere, perchè in fondo a cosa servono i libri? A dare voce, a spiegare, insegnare, ad aprire gli occhi.
Interessante
Una dolce carezza di William Boyd / Neri Pozza recensione
Leaving di Jodi Picolut / Corbaccio recensione
Due letture che hanno decisamente lasciato il segno e che hanno stuzzicato la mia curiosità di lettrice. 
William Boyd ci propone il ritratto di Amory Clay, una donna eccezionale, coraggiosa, una tra le prime fotografe inviate di guerra, con interessanti accenni al conflitto mondiale e all'evoluzione della fotografia. Un memoir perfetto.
Primo approccio con l'autrice Jodi Picoult che nel suo romanzo tinto di giallo, intreccia la scomparsa della ricercatrice Alice Metcalf, allo studio degli elefanti nel momento del lutto, e che con le sue originali tre voci narranti mi ha tenuta incollata fino all'ultima pagina.
Attraverso i diari straordinari della ricercatrice, il lettore può soddisfare la sua curiosità riguardo al mondo degli elefanti, alle loro abitudini e fare un viaggio immaginario in Africa, per me un sogno da sempre.
Sconvolgente
La vegetariana di Han Kang / Adelphi recensione il 13/1
Questo è il libro che mi ha iniziata alla letteratura asiatica, un libro di forte impatto.
Mi ha insegnato tradizioni e imposizioni di un mondo tanto diverso dal nostro, ma tanto simile nell' accettazione di cambiamenti estremi nell'alimentazione, un mondo che mi affascina per la determinazione e mi respinge per la durezza e aridità dei rapporti.
La penna meravigliosa di Han Kang è ora armonica ora cruda, servendosi dell'incisività delle immagini che sostituiscono l'inchiostro nero della pagina, narra le vicissitudini che portano Yeong-hye a diventare vegana e a costringere il suo corpo ad uno stato vegetativo per sfuggire al dolore della violenza. 
Magico
Lo strano viaggio di un oggetto smarrito di Salvatore Basile / Garzanti recensione
Michele ed Elena fanno parte di quei personaggi che ti insegnano che quando durante il percorso della vita cadi, vieni ferito e soffri, c'è sempre un appiglio a cui aggrapparsi e una nuova strada da seguire, una seconda possibilità, basta lasciare aperta la porta del cuore.
Una favola incastonata nella realtà che con un pizzico di magia ha tinto di colori pastello la speranza.
Commovente
Quella vita che ci manca di Valentina D'Urbano / Longanesi recensione
Aspettando Bojangles di Olivier Bourdeaut / Neri Pozza recensione
La Fortezza è uno di quei luoghi da cui tutti vogliono scappare, io invece dopo aver pianto lacrime amare ne "Il rumore dei tuoi passi" ci sono tornata per restarci. 
Valentina e il suo graffio, le sue situazioni complicate, i personaggi dalla vita incasinata, l'amore che travolge e a volte distrugge, i destini segnati e i risvolti inaspettati.
Amo le storie tormentate scritte così, senza pietà, che puntano i riflettori sulla durezza della vita.
Aspettando Bojangles è la storia di un'appassionata famiglia, non convenzionale, una famiglia speciale che fa della follia l'ingrediente fondamentale, che la asseconda con dolcezza, colori vivaci e risate di gusto. La piccola voce narrante commuove descrivendo la vita che conduce con i suoi pazzi genitori e guida teneramente il lettore verso l'epilogo, il triste ritorno alla realtà.
Deludente
Non aspettare la notte di Valentina D'Urbano / Longanesi non recensito
Valentina D'Urbano è la mia autrice preferita, ho letto e amato tutto di lei, ma non questo.
Dello stile graffiante neanche l'ombra, i pensieri profondi accennati di rado, scontato e dai risvolti banali, una storia d'amore come mille altre, patetica la malattia di lui, non regge il ruolo di lei, poco sviluppato quello dei comprimari, ambientazioni che non hanno alcun peso nella narrazione.
Menzione Speciale: Autori Italiani
Dentro soffia il vento di Francesca Diotallevi / Neri Pozza recensione
L'amore è una favola di Annarita Briganti / Cairo recensione
La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone / Longanesi recensione
Non poteva mancare la menzione speciale agli autori italiani, molto diversi tra loro ma tutti con tanto da donare dal punto di vista della scrittura e dell'umanità.
Francesca raffinata e ammaliante, Annarita schietta e aperta, Lorenzo delicato e attuale.
Entrare nella vita di Fiamma, Gioia ed Erri ha significato affiancarli nella ricerca dell'amore, condividere solitudine, malinconia, rimpianto e verità. 
Romanzi che fanno riflettere, che colmano voragini interiori, che arricchiscono.

 

18 commenti:

  1. Ciao! Non ho letto nessuno di questi libri :-( "La vegetariana" però mi ispira parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh Silvia è un libro che segna per sempre spero di conoscere il tuo pensiero in proposito ;-)

      Elimina
  2. Bentornata Cuore! Come sai ho molto apprezzato l'aria di cambiamento che si respirava sul blog nell'ultimo periodo e da fan delle sperimentazioni non posso che essere d'accordo con te. Molti dei libri che hai selezionato stazionano sugli scaffali della mia libreria, fisica e virtuale, e magari questo sarà anche l'anno in cui immergermi nelle loro meravigliose storie.
    Ti auguro che sia un anno bello, ricco e pieno di sentimenti, di pagine sfogliate solo ed esclusivamente per il piacere di farlo e non come forma di costrizione dettata dalla "moda". Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, sei ariete anche tu? Sapessi come si sento libera ora... Grazie per i tuoi consensi mi fanno tanto piacere. A prestissimo :-)

      Elimina
  3. Molto interessante questo post! Molti dei libri menzionati non li conosco ed è bello conoscere nuovi autori e nuovi generi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buttati cara, potresti trovare stupore e soddisfazione!

      Elimina
  4. Il primo post dell'anno non poteva essere più bello: intimo, personale, tuo. Tanti titoli interessanti nella tua lista! Le uniche tendenze da seguire sono quelle suggerite dal cuore e dall'istinto, non potrei essere più d'accordo. Un nuovo anno insieme ci attende ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarai al mio fianco, anche quest'anno, sempre <3

      Elimina
  5. Ciao Cuore :) Non ho mai letto nulla di Valentina D'Urbano, ma ne ho sentito parlare molto bene. Da dove mi consigli di iniziare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna che piacere averti qui! Valentina...Mio grande amore e dolore come hai potuto notare dalla mia classifica.
      Acquanera, se hai voglia di una storia originale, intrigante, misterioso, tenebrosa; se hai voglia di durezza e graffio, ma anche amore incondizionato e struggente, vai alla fortezza, passando da Il rumore dei tuoi passi per poi approdare in Quella vita che ci manca, non puoi sbagliare :-)

      Elimina
    2. Grazie! Allora inizio con Il rumore dei tuoi passi :)

      Elimina
  6. Davvero interessante questo modo di articolare il tuo riepilogo del 2016, ne è venuto fuori un articolo molto interessante e con numerosi spunti di lettura. Non frequento il tuo blog da tantissimo quindi non so quanto sia effettivamente cambiato, però a me piace molto perchè apprezzo le tue letture e credo che condividiamo - almeno un po' - anche i gusti, a occhio e croce. Comunque ci riforniamo negli stessi scaffali della libreria, quindi qualcosa in comune ci sarà:) Tutto questo per dirti di continuare così, perchè il tuo blog mi piace molto, anche se non mi faccio viva spesso come vorrei:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto Virginia, sei sempre la benvenuta :-)

      Elimina
  7. mi è spiaciuto leggere da più blog che il libro della d'urbano è stato deludente. però visto che della stessa autrice parli bene di un altro suo lavoro mi segnerò il titolo.

    bentrovata Cuore a presto

    RispondiElimina
  8. Mi piace molto la classifica emozionale! Ho segnato diversi titoli e in primis La vegetariana e Roth (ma inizio con Pastorale americana). Attendo con molta curiosità la recensione di Viale Dei Giganti.
    Come ultima cosa mi complimento con te per l'evidente "cambio di rotta". Ti sei proprio messa alla prova. Io preferisco alternare letture facili o che sono nelle mie corde ad altre più impegnative (con un rapporto di 5 a 1 direi), ma vorrei osare di più.
    Vedremo.
    Intanto ti faccio i miei auguri di buon inizio anno.
    un saluto da Lea

    RispondiElimina
  9. Ciao Cuore :)
    Noto con piacere numerosi titoli che anche io ho apprezzato, se non quest'anno, quello precedente. Come la Diotallevi, Aspettando Bojangles e Quella vita che ci manca.
    Mentre Roth potrebbe essere una nuova ed illuminante scoperta da fare :)

    Mi unisco ai toni entusiastici delle altre lettrici dicendoti che il cambiamento sul tuo blog è palpabile e piacevole.
    Un bacione :*

    RispondiElimina
  10. Bellissimo recap Cuore! Mi sono presa un po' di tempo per leggermelo con calma e appuntarmi anche alcuni titoli ^^ Roth e Dugain sono nella mia lista per il 2017.
    Ti auguro un buon anno di letture e w i cambi di rotta!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Cuore! Scusa il ritardo con cui commento questo post, bentornata!
    Concordo sulla moda, pienamente e mi complimento per la vasta proposta di titoli interessanti, ho segnato tutti quelli che non ho già letto.
    Buone letture, buon anno ed un abbraccio!

    RispondiElimina