venerdì 18 dicembre 2015

Le mie recensioni #30 " Terapia di coppia per amanti" di Diego De Silva edito da Einaudi

Dove sono i miei Cuor di Lettori? Che fate di venerdì a quest'ora? Cazzeggiate, leggete, scrivete? Io tutte queste cose, e con oggi posso dire chiusa la dura stagione lavorativa, lunedì e martedì saranno due giornate leggerine per fortuna e poi qualche giorno a casa non me lo leva nessuno, ho in programma tante tante cose e sono già gasata!
Siete seduti? Concentrati? E che recensione sia!
Titolo: Terapia di coppia per amanti / Autore: Diego De Silva / Editore: Einaudi
In libreria: ottobre 2015 / Pagine 288 / Prezzo: 18 €
Sinossi: Terapia di coppia per amanti è un romanzo a due voci, maschile e femminile, che si alternano a raccontare la loro storia mentre la vivono, perché «ci sono fasi dell'amore in cui la realtà diventa un punto di vista, generalmente quello di chi lo impone». Due adulti sposati (non tra loro) che si ritrovano uniti da una passione incontrollabile e da un amore coriaceo, particolarmente resistente alle intemperie. Viviana è sexy, vitale e intrigante, e ha un notevole talento per i discorsi intorcinati. È combattuta fra restare amante e alleviare così le infelicità matrimoniali o sfasciarsi la vita per investire in un'altra. Modesto è meno chic, decisamente più sboccato e sbrigativo nella formulazione dei concetti, ma abilissimo nell'autoassoluzione. Spara battute a sproposito per svicolare, e fa pure ridere. Moderatamente vigliacco, aspirerebbe alla prosecuzione a tempo indeterminato della doppia vita piuttosto che a un secondo matrimonio, visto che già il suo non è che gli piaccia granché. È nella crucialità del dilemma che Viviana trascina Modesto dall'analista, cercando una possibilità di salvezza per il loro rapporto ormai esasperato da conflitti e lacerazioni continue. Il dottore è spiazzato nel trovarsi di fronte una coppia non ufficiale, libera da vincoli matrimoniali e familiari, che non ha nulla da perdere al di là del proprio amore. Accetterà l'incarico per questa ragione, trovandosi nel mezzo di una schermaglia drammatica e ridicola insieme, e rischiando di perdere la lucidità professionale. Tenero e cinico, divagante, vero, capace di usare la leggerezza come arma contundente, Terapia di coppia per amanti è un'immersione nelle complicazioni dei sentimenti, nei conflitti che apriamo continuamente per la paura (che tutti conosciamo per averla provata almeno una volta) di affidarci all'amore e dargli mandato a cambiarci la vita.
                                                                 Il pensiero di Cuore

«C'è un momento, diciamo intorno al primo anniversario di una relazione clandestina, in cui pieghi la testa di lato, stringi gli occhi come cercassi qualcosa di minuscolo che si muove nell'aria, e vedi in filigrana il casino in cui ti trovi. Questo è amore, ti dici senza mezzi termini, altro che chiacchiere».
Ho conosciuto Diego con questo libro, in questo libro, e dopo le prime nove pagine che ho letto chiedendomi se mai sarei riuscita a continuare la lettura dopo il suo sproloquio sugli amanti, siamo diventati grandi amici.
Superate le prime nove pagine ci troviamo davanti ad un romanzo che narra di una storia d'amore, ma occhio, non lasciatevi ingannare, non è una "guida" su come si diventa bravi amanti, come lascerebbe pensare il titolo, nè il racconto di un amore classico, ma quello di un grande amore clandestino.
Modesto e Viviana sono la coppia adultera protagonista del libro di De Silva, le due voci che si alternano tra i capitoli raccontando il presente della loro relazione "fuori legge" e tirano le somme, perchè non si può essere amanti in eterno se si è innamorati.
Ingabbiati in matrimoni senza brio, noiosi e piatti, Modesto e Viviana, iniziano una relazione intensa e vivono momenti di grande passione, trasporto e leggerezza. Agli albori tutto è nuovo, semplice, piccole bugie che nascondono i momenti di assenza, la libertà di azione nei confronti dell'altro, il non dover rendere conto, il gusto del proibito e della trasgressione riportano nell'animo di queste due persone deluse dai compagni di vita, il piacere di un rapporto soddisfacente.
Ma gli anni passano e ad oggi sono tre, molte cose sono cambiate tra loro, la libertà si è tramutata in impegno, la leggerezza in serietà, la passione e l' amore sono un tutt'uno. 
E noi lettori li accompagniamo in analisi...si si avete capito benissimo, i due sconsiderati quasi quarantenni decidono di affidarsi ad un noto psicologo, uno specialista in terapia di coppia, che si rivelerà un disastro nei suoi rapporti personali, più incasinato dei suoi pazienti. L'idea è venuta a Nelide, la cara amica di Viviana, che ascolta tutti i suoi piagnistei carichi di autocommiserazione e che non perde occasione per precisare che lei gliel'aveva detto di lasciarlo prima di invischiarsi. 
Ovviamente anche Modesto ha un confidente, che è suo padre, personaggio straordinario, fuori dalle righe, genitore singolare che è meglio perdere che trovare, ma che ha trasmesso al figlio la passione e il talento per la musica, alla quale Modesto ha dedicato la sua vita. Un padre che non è certo un esempio da seguire, ma così spassoso e diretto che mi sono sinceramente ritrovata ad invidiarglielo.
Che dire, De Silva è straordinario, è capace di parlare da uomo e nel capitolo successivo tramutarsi in una donna, pensare, agire, parlare come lei e il romanzo appare scritto a due mani e il vaneggiamento iniziale è solo un vago ricordo.
Tutto è raccontato con una serietà mista a un' ironia che ti fa scoppiare improvvisamente in una fragorosa risata...qui a casa, mi facevano "il gesto delle rotelle fuori posto". Ma ridendo e scherzando, ci sono tanti momenti di riflessione personale in questo romanzo, due persone che si guardano solitarie allo specchio cercando di capire cosa vogliono fare da grandi, anche se grandi lo sono già, ma del resto si sa, ogni momento della vita è buono per imparare qualcosa di nuovo di sè e si cresce ogni giorno un pò, finché invecchiando si torna bambini.
Il mio approccio a nuovi autori mi ha portato a conoscere Diego De Silva, che mi piace, mi piace tantissimo, originale, brillante, la sua verve mi ha conquistata, lo consiglio vivamente anche a voi...Avete voglia di novità e freschezza? Lui è l'uomo giusto!
                             
                                                          Batticuore
Dillo con un fiore: Camelia, il mio destino è nelle tue mani.
"Il nostro destino viene formato dai nostri pensieri e dalle nostre azioni. Non possiamo cambiare il vento ma possiamo orientare le vele". A. Robbins
E adesso entrate in gioco voi, che ne pensate? Un abbraccio e alla prossima!
                                                                                                       






15 commenti:

  1. Diego De Silva non lo conosco e fino ad oggi non ho letto nulla di suo. Questo libro era tra quelli che avrei potuto scegliere come premio in uno dei post precedenti...ricordi? Perché non l' ho scelto? Non so a sensazione l'ho scartato! Peccato...dalle tue parole traspare una storia sicuramente non nuova ( quella dell' amore clandestino), ma particolare nel modo in cui viene raccontata! Ciò che mi ha colpito è la presenza della figura dello psicologo, lo specialista in terapia di coppia! Chissà cosa si sono detti tutti e tre!
    L' ennesimo libro inserito in wishlist...mi stai rovinando!! AhAhahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosaaa perdonami l'impaginazione! Non so cosa combina blogger stasera, o cosa la sottoscritta (casinista) ha cliccato. Lo metterò ancora in palio, De Silva merita e per essere apprezzato deve essere conosciuto. Buona notte :-)

      Elimina
    2. Beh insomma ... concordo con la mia omonima: un po' di pietà per le nostre interminabili WL!
      Il "gesto delle rotelle"? Un classico. Ma a a casa mia c'è una variante: la faccia scioccata di mio fratello che mi dice: "Tutto bene sì?".

      Elimina
    3. Ebbene sì passo spesso per matta, ma non sono sola a quanto leggo ;-)
      Il libro è davvero originale e l'autore merita, io non vedo l'ora di leggere Non avevo capito niente.

      Elimina
    4. Ebbene sì passo spesso per matta, ma non sono sola a quanto leggo ;-)
      Il libro è davvero originale e l'autore merita, io non vedo l'ora di leggere Non avevo capito niente.

      Elimina
  2. Di norma non gli avrei dato una possibilità, non rientra nei miei canoni di scelta. MA dopo la tua recensione, mi interessa un pochino :)

    RispondiElimina
  3. Ne ho sentito parlare bene ultimamente, la tua recensione arriva come una conferma. Messo in WL :)

    RispondiElimina
  4. Davvero originale una coppia di amanti che va dall'analista ;) mi piace molto come hai descritto i personaggi, mi attirano parecchio.. aggiunto in wishlist ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Aspetto di sapere che ne pensi ;-)

      Elimina
  5. devo leggere quest'autore, non è la prima volta che leggo pareri entusiasti su di lui!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela! Io adesso che l'ho scoperto non lo mollo più ;-)

      Elimina
  6. Risposte
    1. Una relazione clandestina o il libro? ;-)

      Elimina